Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

sabato 28 febbraio 2015

Seriamente

La vita davvero è una cosa seria. Per questo, solo per questo, vale la pena imparare a prenderci in giro (ovvero un po’ per il culo). Lei è infinitamente più grande e più importante di noi.
Già, ripeterlo non fa male: seri senza prendersi sul serio.
E sti cazzi!

Infatti non ho scritto che è facile…

venerdì 27 febbraio 2015

Ricchezza

I soldi sono necessari, diciamolo subito per non fare discorsi ipocriti sulla magnificenza della povertà. Il problema se mai è dato dalla misura. Sostenerne la necessità è già una misura. Quasi perfetta, a ben pensarci. Perché l’incomprensibile sta appunto nell’accumulo assolutamente slegato dal bisogno. E nella smania insaziabile. Quella peraltro che può diventare disonesta.

Evviva il senso del limite, cazzo.

giovedì 26 febbraio 2015

Mi piace, la passione

Non c’è molto da aggiungere. Dove cazzo potremmo andare senza passione? Certo la sorte può regalarci pure una pioggia imprevista di grandi sorprese ma insomma, diciamolo, le belle cose sono frutto di passione e impegno.

Che poi è anche un modo per stare bene. Lavorare e vivere con passione alleggerisce, rallegra, agevola.

martedì 24 febbraio 2015

Pacatamente

Vediamo se un Post Pensato e Pacifico mi mette al riparo da Puttanate…
Che Poi il Pacco dono può nascondersi ovunque, Pure in una Puttanata. Se non è una Panzana ma Pappa buona per l’umore ci può stare. Paradossale ma Paradisiaca, Più o meno.
Scherzi a Parte, ammettiamolo…quante puttanate spariamo quando non armonizziamo la lingua con il cervello?
Che poi se proprio ci vogliamo giocare allora tanto vale farlo davvero con la marcia dell’ironia sensata.

Ecco, diciamo che mi diverte il bacino di puttanate pensate, queste chicche di cui la rete è molto generosa. C’è verve, dietro.

domenica 22 febbraio 2015

Destino

Punti di vista?
D’altra parte tra la rassegnazione e la presunzione di poter esser artefici di tutta la nostra vita ci stanno, fortunatamente, una serie di sfumature e variabili. Potremmo chiamarle condizioni intermedie.
E poi chissà, forse mescolare passionale attivismo e fatalismo, può pure essere una formula esistenziale graziosa. Audace e morbida.


Mmmh se è destino che mi mandiate a fare in c… per sti pensierini complicati della domenica sera, accadrà.

venerdì 20 febbraio 2015

Felicità?!

Che a girarci intorno con una piccola risata invece di allontanarci magari ci avviciniamo. A quella cosa lì, quasi impronunciabile. Già. Se è vero che di felicità ci sono consentiti attimi, nella manciata di secondi in cui ci godiamo la battuta magari ne abbiamo assunto una dose. O, almeno, abbiamo interrotto i pensieri infelici. E non è poco. Anzi, cazzo, talvolta è proprio tanto.

Parliamoci chiaro: se non possiamo fare man bassa prendiamo quello che ci capita a tiro. E’ un siluro, l’impronunciabile. Se non l’acchiappi davvero al volo ti lascia a bocca asciutta fino al prossimo giro di ruota.  

mercoledì 18 febbraio 2015

Semplici e immediati

Cazzo certo che ci possiamo davvero complicare le cose…con i grandi pensieri che dimenticano quelli semplici e immediati!

Come nelle battute fulminanti: è tutto in quel secondo di geniale schiettezza.

lunedì 16 febbraio 2015

sabato 14 febbraio 2015

E speriamo

Che sarà pure disperata, certe volte, questa cazzo di speranza. Ma d’altra parte davvero è un rischio da correre. Non è che sia facile l’arte del conforto quando tanto o forse troppo intorno traballa ma questa è la strada che ho scelto e spero di farcela. Ecco, spero. Impossibile non avere questo stimolo.

Un abbraccio a tutti.

venerdì 13 febbraio 2015

Buon godimento a tutti

No, non gridate, non c’è da tarpare le ali ai sogni. Diciamo che abbassare le aspettative è una questione realistica che  può significare umanizzarle e…con un parolone…contestualizzarle.
Perché quando alziamo l’asticella dei desideri e poi non ci arriviamo siamo così deconcentrati e distratti prima, nervosi insoddisfatti tristi rancorosi dopo che finiamo per non provare neanche il gusto di tutte le altre cose buone e belle che ci sono lungo il percorso. E non godere mai non è una bella prospettiva!

Il trucco di chi si ‘accontenta’ in verità è proprio quello di prendersi tutto il piacere possibile. Step by step, minuto per minuto. Insomma alla fine di godere parecchio. Eccazzo ci credo che è contento!

mercoledì 11 febbraio 2015

Fare bene la propria parte

D’accordo, rubo a Cavez la vignetta perché mi calza scherzosamente a pennello. La verità però è che è una chiave. Per tutti. Che forse l’unica cosa che possiamo e dobbiamo metterci in testa è fare bene la nostra parte.
Sul set o sul palcoscenico come in qualsiasi cosa e momento. Sul lavoro, in generale. Nella vita. Come meglio possiamo, ecco.
Non che sia la panacea di tutti i mali ma magari una buona rampa di lancio per un futuro, diciamo, migliore.

Ma, sia chiaro, non voglio che mi riesca bene fare il grillo parlante. Per questo cerco rifugio dietro la sottile ironia di una vignetta…

lunedì 9 febbraio 2015

Humour

Non è facile?
Certo che non lo è. Altrimenti forse non sarebbe neanche bello o necessario…già, che sono le cose un po’ difficili a stuzzicarci.

D’altra parte, almeno a volte, l’unica cosa che posso regalare è un attimo, una parentesi, una boccata di confortante ‘allegria’. Magari pensante, che non è male. Humour è una parola buona…non sciocca.

sabato 7 febbraio 2015

Matuguardacheinput

Che insomma in qualche modo qualcosa possiamo fare. Perché domani sia migliore, perché domani…
Già, gli cambiamo il finale. Perché, diciamolo, la vita assomiglia molto a un film. O è il film che assomiglia molto alla vita?

Questa cosa delle inversioni acchiappa. Spesso c’è proprio dentro parecchio. O almeno abbastanza per farci sguazzare i pensieri. 
Oh, che poi io li butto lì, anzi qui...con un sorriso. Cioè, sono spunti cazzo, non lezioni. 

venerdì 6 febbraio 2015

Meno male che è bello...

…il mare. Lui, quello che è in mezzo tra il dire e il fare. Insomma intanto che pontifichiamo a parole ci possiamo pure godere il panorama.

Però bisogna ricordarlo, che i fatti sono diversi e più difficili del bla bla. Per questo forse parlare troppo non mi piace. Che poi pudore e umiltà sono belle cose. O no?

mercoledì 4 febbraio 2015

Ricordi

Che poi insomma se sono già ricordi appartengono naturalmente al passato… Ma insomma è importante questa consapevolezza. Perché tutto sommato è lì che andiamo a frugare, è di quella pasta che siamo fatti, è da quelli che siamo partiti.

Non vuol dire restare fermi e ancorati. Se mai vuol dire muoversi con una ricchezza dentro…

lunedì 2 febbraio 2015

Umana simpatia

Mi piace l’ironia gentile. L’umana simpatia con la quale si tira fuori il ridicolo dalle cose. Qualche volta per sorriderne, altre per pensarci su. Che poi saremmo davvero ridicoli noi se non ci riuscisse di smascherarle, le cose. O di giocarci. O di accorgerci del loro lato comico. O di farcene una ragione, delle loro infinite sfumature.

Cazzo, davvero, l’umana simpatia è una cosa seria.