Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

giovedì 29 ottobre 2015

Un'idea

Il signor G, Giorgio Gaber. Leggero e pesante, senza tempo e attuale. Impossibile smettere di ascoltarlo e pensare…

10 commenti:

  1. Che è ancora così attuale nella sua "pesante" semplicità; poi magari tu pensavi ad altro ma questo pensiero è un pò a libera interpretazione (vero?).
    Signor G come Giorgio, come Gaber e come grande.. signor triplo G!
    E poi c'è il bacio tuooo, un altro grande! ^_^

    RispondiElimina
  2. nedy rovarotto29 ottobre 2015 16:38

    ...che ha ragione da vendere, che le idee imbevute di giustizia, di altruismo, generosità, etica e morale le abbiamo tutti, da sfoderare, da dire, da scrivere, da recitare ma quando si arriva al dunque, al confronto vero, alla decisione da prendere, in tanti si traballa un po', c'è una lotta tra ciò che si crede di pensare, magari anche con una certa presunzione di sincerità, e ciò che si pensa veramente perché si finisce spesso di scendere a compromessi. È demoralizzante, è demotivante però, nonostante l'età e il vissuto, rifiuto questo pessimismo, io ci credo che non tutti siano uomini di pura astrazione, io ci credo che esistano persone che riescono a mangiare l'idea, a farla propria, a portarla avanti e a difenderla.
    Grazie per G.Gaber, è sempre bello ascoltarlo.
    Baci anche a te, una mia amica mi ha scritto ora che oggi è la giornata del bacio, allora baci non solo a te ma a tutti i lettori/scrittori del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora baciamoci!!!

      Ma infatti certa consapevolezza non esclude crederci ;)

      Elimina
  3. Uno dei più grandi di sempre, e sempre attualissimo. Intelligente con quella leggerezza che penetra ovunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...con quella leggerezza che penetra ovunque. Perfetto, Luca!

      Elimina
  4. Le idee sono fondamentali per cambiare ma poi alle parole devono seguire i fatti e spesso questo non è consequenziale. Noi da giovani nei favolosi anni 70 avevamo tanti sogni tante idee tante rivoluzioni e un po siamo riusciti a cambiare questo mondo ma.....

    RispondiElimina
  5. Grazie Rocco per questo omaggio a Gaber.
    Le sue canzoni sono senza tempo perché attuali negli anni, non passano mai di moda perché avanguardista, cantava il futuro nel suo presente che oggi passa nel nostro presente cantando ancora il futuro... Gaber è un pezzo di storia della musica italiana, ancora e sempre.

    RispondiElimina