Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

martedì 18 febbraio 2014

La carriera di Magnolia

Sorride, Magnolia, mentre con orgoglio discreto snocciola i suoi scatti di anzianità: ‘ho iniziato come lap dancer, poi entreneuse, prostituta e infine top escort’.

7 commenti:

  1. Magnolia... che personaggio! "gli scatti di anzianità" ahaha mi è piaciuta da morire la scena in cui dice a Costantino di essere in pensione. Quella scena è così improbabile, un (ex-)prete che parla con un (ex-)prostituta, che diventa magnifica. Senza parlare della scena della cena, in cui mentre condividono un piatto di pasta "piccante" perchè solo il peperoncino serve di condimento, parlano di temi anche loro indirettamente piccanti... bisognava osare collegare la sfera del sacerdozio e la prostituzione... un'implicita critica o solo una battuta? ci lasci liberi di decidere ma veramente chapeau bas per l'audacia. Sempre quella tua ritmata leggerezza a far passare messaggi impliciti, è questo il cinema che mi piace e il tuo lo AMO! S'era capito, no? ;)
    Magnolia è piena di energia e di buon umore anche se la vita l'ha portata a fare compromessi che in fondo non devono essere stati fatti. Ma quel che è stato fatto è stato fatto e non si può cancellare, quindi è inutile perdere tempo a vergognarsi o a cercare di dissimularlo. Lei il suo percorso lo assume. In fondo mi sembra che Magnolia rappresenti quella parte di esuberanza che tutti in noi abbiamo e dovremo osare tirar fuori di tanto in tanto, sbaglio? In fondo anche Mamma Stella, che la disprezza fortemente all'inizio finisce per aver affetto e stima per lei, impara tramite lei a non giudicare e non dare troppo importanza a chi lo fa.
    Anche se è solare la canzone che si diverte ad interpretare in karaokè a mio avviso tradisce una tristezza celata, un "sole spento", ma per farlo splendere di nuovo bisogna mettere un sorriso lì dove magari ci spia una lacrima, coraggio lì dove magari ci si vorrebbe solo nascondere dagli sguardi altrui... Quando si vedono tutti i personaggi che cantano questa canzone mentre dipingono la parete del faro, in coro, si capisce che tutti hanno trovato il giusto equilibrio e che stanno ricostruendo anche loro stessi.
    Te e Valter Lupo avete dato la prova della grande professionalità che vi anima riuscendo a sfruttare un incidente di percorso, ossia il fatto che la Bobulova si sia rotto un piede durante le riprese, ed ad inserirlo nella sceneggiatura. Complimenti, ce ne vuole di creatività e di serietà per trasformare l'imprevisto in elemento da sfruttare.
    Siete un duo grandioso e non vedo l'ora di vedere cosa vi inventerete per il terzo film, perchè deve esserci!! ne sei cosciente spero?!? ;)
    Un abbraccio "meridionaloso" :) ;)

    RispondiElimina
  2. Magnolia è un bel personaggio, peraltro egregiamente interpretato.
    Al faro, che con la sua ristrutturazione simboleggia una 'ricostruzione' pure della vita dei protagonisti, ci sta perfettamente...
    Tutto sommato c'è una sorta di 'sud' in tutte le condizioni limite, quelle considerate ai margini, quelle che non stanno nei binari diciamo socialmente regolari.

    Certo, Valter Lupo è Valter Lupo.
    Ti abbraccio Rose

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sergio macellaro18 febbraio 2014 17:11

      Ho visto questo film, un film meraviglioso anche per gli argomenti di grande sensibilità sociale trattati. Rocco come sempre con grande semplicità e coinvolgimento è riuscito nel suo contenuto ad offrire al pubblico un bellissimo film nonostante gli argomenti ....bravo...!

      Elimina
  3. Ora, io dico: oggi come oggi è così difficile far carriera... Trovo giustissimo (oltre che davvero molto delizioso e divertente) che chi ce l'ha fatta, se ne vanti!!

    RispondiElimina
  4. Abbiamo noleggiato ieri il tuo secondo film, siamo tuoi fansissimi a casa, e, come anche il primo, ci è piaciuto tantissimo! Bellissima anche la fotografia, ci dà l'opportunità di vedere luoghi incredibili dove quasi certamente non andremo mai ma soprattutto bravo tu ed i tuoi attori! Aspettiamo il tuo prossimo lavoro, come "boss" ancora non ti abbiamo visto perchè il cinema costa assai di questi tempi perciò mediamo col noleggio! Un grande abbraccio, e grazie al bel cinema che ci fa tanta compagnia!!! mara

    RispondiElimina