Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

lunedì 17 febbraio 2014

I laureati

Quasi 20 anni fa.
Un film diretto e interpretato dall’amico Leonardo Pieraccioni con Gianmarco Tognazzi, Massimo Ceccherini, Maria Grazia Cucinotta, Manuela Arcuri, Narciso Parigi, Massimo Sarchielli, Tosca D’Aquino, Barbara Enrichi, Alessandro Haber, Carlo Monni, Elisabetta Cavallotti. E c’ero pure io.

Si rivede volentieri. Per il gusto naturale di una comicità romantica…

8 commenti:

  1. Comico tra i comici... film carino, me lo ricordo! Ma vorrei chiederti: ti rendi conto di quanto sei cresciuto artisticamente da allora?? Certo, il talento si vedeva anche allora, ma adesso... ti rendi conto?? Hai un idea, prima la scrivi, ne fai un libro, poi la realizzi con un film, poi addirittura un tour... Eh si, sei decisamente cresciuto da allora!! Mi sa che tra un po' ci porterai "là, dove nessun uomo è mai giunto prima"!!

    RispondiElimina
  2. Chiara così mi spiazzi! Ti mando solo un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo vengo a prendere dal vivo il 22, l'abbraccio!!

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. sei er meglio........sei magnifico.........nn ci sono parole per dirti quanto sei bravo....anzi bravissimoooooooooooo....un grandissimo bacio

    RispondiElimina
  5. I laureati... una vera perla questo film. La prima volta che andai a Firenze non ho potuto non sorridere fra me e me quando mi son ritrovata in riva all'Arno, lì dove avete girato la scena della fuga dell'incipit che poi è la scena finale. Una fuga piena di simbolismo quella di questi personaggi... decidendo di non pagare il conto propongono una specie di ribellione, e tramite quest'atto quei 4 eterni ragazzi decidono di prendere la loro vita in mano e farne qualcosa, non accontentarsi del minimo e tracciare la loro strada anche se è ben diversa da quella prevista inizialmente.
    Prima prova da regista per Pieraccioni e già allora le caratteristiche che gli conosciamo ancora oggi son ben presenti e molto efficaci, ossia la voce off ad introdurre la narrazione, una fiducia nell'amore, anche quando non si compie e soprattutto nell'amicizia anche quando è messa a dura priva, tutto questo affrontato con misurata ironia. :) La scena del ristorante con il ballo su "i can't take my eyes off you" è semplicemente sublime! Avercelo un amico che per tirarti su è pronto a alzarsi in mezzo ad un sacco di gente e a iniziare a ballare per tirarti su il morale! Pieraccioni e Ceccherini mi hanno fatto morir dal ridere in questa scena e te sei tenerissimo.
    Hai ragione si rivede volentieri, perchè è genuino e pieno di entusiasmo questo film. Non smetterò mai di ringraziare Leonardo che con questo primo ruolo cinematografico ti ha permesso di uscire allo scoperto, osare e farti notare anche fuori dai palcoscenici musicali. Un primo passo di un lungo percorso in cui non hai mai smesso di evolvere per finalmente essere quello che sei oggi. :) SEMPLICEMENTE MITICO!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Già, è la prima prova da regista di Leonardo. Prova andata alla grande!
    E anche per me è stata una bella opportunità, peraltro da lì sono poi partite le altre nostre splendide collaborazioni.
    Sono passati 20 anni! Allora avevo molto teatro e meno cinema alle spalle in effetti...

    Pieraccioni e Ceccherini: una forza della tenera risata!
    Baci Rose, grazie, sempre.

    RispondiElimina
  7. Forse è il film più bello di Leonardo Pieraccioni anche più bello del ciclone secondo me. Da tantissimi spunti ovviamente sempre in chiave ironica e tutti i personaggi in un modo o nell'altro sono fantastici. Bravissimi tutti.

    RispondiElimina