Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

domenica 19 gennaio 2014

Musica!

Io e la mia chitarra siamo una bella coppia, stiamo bene insieme. Ci siamo conosciuti ragazzini e non ci siamo lasciati più, dovremmo pure festeggiare gli anniversari forse, come tutti gli innamorati.

E siamo felici nella nostra famiglia allargata, con la band. Sarà la strada della musica o la musica della strada…fatto sta che ancora dobbiamo capire se portiamo il teatro nella vita o la vita nel teatro. 
Se per caso conoscete la risposta fatemi sapere.

11 commenti:

  1. e sei un grande. By Ferdinando da Amantea (CS) Calabria

    RispondiElimina
  2. In fondo quando l'arte è la tua vita, non c'è differenza!

    RispondiElimina
  3. Ti aspetto a Cavallino (Lecce) l'8 febbraio per abbracciarti forte, caro Rocco mio! un saluto dal Salento da Raffaella Fiorini

    RispondiElimina
  4. Visto che sei Lucano ti dedico questo brano: " Il doppio suoni di clacson, ottuso e gracchiante, della Balilla a tre marce, fece scartare sulla destra il cavallo imbrigliato al calesse sul quale eravamo pigiati, io, mia sorella, una nostra cugina di Bari e la zia Fernanda che, come tutti gli anni in agosto, aveva organizzata la gita alla Vigna, la vecchia proprietà di famiglia a quattro chilometri dal paese. Non era un semplice pic - nic in campagna. Era soprattutto per noi bambini, una specie di caccia alle meraviglie della natura che quel posto nascondeva. Melfi, il paese di tufo, si allontanava alle nostre spalle. il nero castello Normanno rimaneva l'ultimo segnale visibile di quell'arroccamento di case che, molti anni più tardi, sarebbe stato stravolto da uno dei più grandi insediamenti industriali del Sud. Verso sud si ergeva, isolata a dominare il territorio, la snella e imponente sagoma del Vulture, affascinante scrigno di tesoro d' acqua e vegetazione. (tratto da: " Cronache da un venditore di automobili " di Manfredo Corona.

    RispondiElimina
  5. Quanto sei buono, Ferdinando!

    Ciao Raffaella!

    E un saluto a Melfi...grazie :)

    RispondiElimina
  6. sei tremendamente un incazzatore di gioia ahahahahh grandissimo by Andreacage

    RispondiElimina
  7. Ricordo l'intervista per la trasmissione "Emozioni" in cui dicevi che a 13 anni comprasti una chitarra con un tuo amico ed iniziasti a strimpellarla da autodidatta, ma alla fine, preso dalla voglia di perfezionarti, la tenevi sempre tu e quindi tua madre ricompro la quota appartenente al tuo amico per permetterti di suonare quella chitarra senza doverla più condividere con nessuno!!! :) Devo ringraziarla per questo tua madre. Per il nostro più grande piacere quella chitarra ti ha insegnato l'amore del ritmo ed oggi lo condividi anche con noi. Indubbiamente il maestro Gaber dal suo angolo di cielo si rallegra degli slanci che ti ha dato la passione per la musica. Te e la band siete i più degni successori della tradizione di teatro-canzone che con genio lanciò con Jannacci. Vita, musica ed arte sono intrinsecamente legati a quello che sei, quindi è inutile cercare dove inizia l'una e finiscono le altri. Tutto ciò che create musicalmente si sintetizza in un unico vocabolo: ARMONIA.

    RispondiElimina
  8. E possiamo dire evviva l'armonia!

    RispondiElimina
  9. ...portiamo il teatro nella vita o la vita nel teatro.... secondo me l'una non esclude l'altra è la fotosintesi clorofilliana dell'arte

    RispondiElimina
  10. incazzatore di gioia, Andrea Cage...bello!

    emiliano hanno bisogno uno dell'altra :)

    RispondiElimina