Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

sabato 6 febbraio 2016

E dubbio sia

Piccolo, grande elogio del sano dubbio. Che è curiosità, intelligenza, umiltà. Pure voglia di mettersi in gioco sempre, di capire, di non starsene serrati nelle presunte certezze. Farsi domande, accettare risposte, qualche volta uscire un poco dal seminato…fuori dalla noia, dal preconcetto, dalla ragione che ci diamo da soli.

Mettiamo e mettiamoci in dubbio. Coltiviamo gli interrogativi, la spinta a sapere, a provare, a migliorare, a sorprenderci. Cazzo, è carica vitale.

17 commenti:

  1. Risposte
    1. ciao Katia, immagino russelliana pure tu ;)

      Elimina
  2. Non sarò mai un grande autore come B. Russell ma il mio aforisma preferito è:Solo gli stolti non hanno mai dubbi.

    RispondiElimina
  3. Sei meglio della mia terapeuta :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma no, è che questo è uno spazio free dove insieme troviamo qualche ispirazione e qualche conforto...

      Elimina
  4. Sempre mettere e mettersi in discussione,aiuta a migliorare a volte anche con sofferenza .Io però Rocco in questo periodo mi sento rassicurata dalle mie certezze perché forse chi si mette sempre in discussione a volte si fa prendere la mano e poi non ha più certezze....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che proviamo a stare in bilico, con grazia e riflessione

      Elimina
    2. Hai ragione Rocco, il segreto sta proprio nel diventare dei bravi equilibristi....

      Elimina
  5. nedy rovarotto6 febbraio 2016 17:10

    Diciamo che ci sono sani dubbi e sane certezze, in mezzo troviamo tante, non cinquanta, sfumature di grigio ed è altrettanto sano muoversi con cautela, ricordarsi che esistono i 'forse',i 'se', i 'ma'.E poi c'è anche da tenere presente che quello che oggi è bianco, palesemente bianco, domani potrebbe cambiare sfumatura o addirittura colore, pensiamo ad Einstein che a sette/otto anni era stato giudicato da un medico un ritardato...perché in quel momento lo era davvero ma poi il suo sviluppo cognitivo e relazionale è esploso all'improvviso ed è diventato un genio. Pensa a me... praticamente l'opposto... dalle elementari alle magistrali sono sempre stata considerata intelligente... cosa ho concluso? Niente, ma niente di niente e sottolineo: niente, praticamente un cazzo! Per cui, anzi: quinci per cui, coltiviamo il dubbio ma difronte alle certezze anche la speranza, o il timore, che tutto possa cambiare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma certo, appunto, bisogna coltivare un po' certezze e un po' dubbi ma con gli occhi e le porte aperte...

      Elimina
  6. Io ne metto spesso punti interrogativi, ma poi,rimangono senza risposte....e ale', seghe mentali.....sarà anche carica vitale, ma che stress cazzo!!!!! Ciao Rocco...

    RispondiElimina
  7. È sempre stata una cosa assillante pensare che nulla, in realtà, è per sempre e ci appartiene. Il dubbio , nel mio caso, a volte è nocivo però. .. Non hai idea quanto è brutto pensare, dubitare sempre. Avere poca fiducia. Quando ne parlo mi prendono per un'aliena... per il fatto che non riesco a dare fiducia 100% al prossimo.. tanto che, quando mi si chiede "mi fai un favore?" La mia risposta è sempre... dipende! Ho dovuto sfidare mille occhiatacce per quel dipende, credimi, ma... c'aggia fa?? È più forte di me. Il dubbio va dosato.. secondo me, come ogni cosa. A volte, non dubitare troppo, può essere benefico al nostro status sociale. Grazie mille per questi bellissimi spunti, foto, immagini, pensieri..... a volte , dubito, vero, che siano solo a scopo pubblicitario ma , questo dubbio con te me lo levo (ogni tanto, va)! :-p ciauuuuuu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Danié tu però pensi ai dubbi nel senso di mancanza di fiducia negli altri. E' altra cosa.
      Pure di me dubiti :))) Ma certo, ti capisco. Io ho bisogno di 'pubblicità' come tutti, davvero tutti. Non è roba per famosi, intendo che ognuno di noi in qualche modo promuove se stesso, è più o meno così nella vita. Il vero motivo per cui sono qui però è la gratitudine e il piacere di essere un po' più vicino a voi tutti...senza voi non sarei un cazzo.

      Ciao Daniela e buona vita

      Elimina
    2. La fiducia o la mancanza di essa comunque può essere un ulteriore forma di dubbio che si può avere sul mondo che ci circonda... nella mia visione eh! Poi, posso sbagliarmi!!! ;-) spero non ti sia incazzato Rocco. Sei sempre il mio attore-cantante-regista preferito e anche scrittore di blog!!! Non volevo offenderti, sia chiaro... comunque io, oltre ad una serena vita ti auguro sempre il meglio!!! ;-)

      Elimina
    3. Incazzato io? Ma scherzi!!!
      Grazie, besos a te :)

      Elimina
  8. Ciao Rocco, anche se in ritardo forzato, mi permetto di esporre il mio piccolissimo parere riguardo il dubbio e dico solo che se il dubbio non ci fosse saremmo tutti degli diii. Il dubbio serve, appunto, per tutto quel che tu hai esposto così bene in questo post. I dubbi sono la base vitale di ogni progresso e guai se non ci fossero. Buona domenica!

    RispondiElimina