Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

lunedì 18 agosto 2014

El portava i scarp del tennis

E era un poeta della vita. Non occorre che aggiunga altro.

Mi piace ricordarlo, tutto qui. Forse perché lui quello spazio l’ha riempito davvero bene.

5 commenti:

  1. era un gran poeta..... e le sue canzoni erano...no anzi sono memorabili........baci......

    RispondiElimina
  2. Vera Calabretta19 agosto 2014 11:33


    Il sempre e comunque va anche contro un naturale senso...cosí a volte hai un sacco pieno, a volte un sacco vuoto difficile da riempire...(a volte perde :) e a volte è a mezza via ...e le grandi cose, nel bene o nel male, nascono sempre dalle piccole...È obbligatorio farsi sedurre da quest' arte del sempre e comunque, accettando di non possederla mai pienamente che anche dal nulla nascono le cose...Sempre forse...e sempre grazie! Buona giornata e buon riempimento dello spazio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Vera penso che su questo abbia riflettuto molto, il nostro Jannacci ;)
      Grazie a te!

      Elimina