Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

giovedì 5 giugno 2014

L'amico

Perché mi sento molto ricco e
Molto meno infelice
E vedo anche quando c’è poca luce
Con un amico in più
Con il mio amico in più
Perché un amico se lo svegli di notte
È capitato già
esce in pigiama e prende anche le botte…
(Un nuovo amico di Riccardo Cocciante)


Un amico è parte di noi, della nostra storia. E’ una relazione di vita con la vita. Senza tempo. Anzi, contro il tempo. Credo non ci sia niente che meriti di farcelo dimenticare.

10 commenti:

  1. Rocco, se l'amico è quello della foto sono d'accordo con te.

    RispondiElimina
  2. Gli amici sono quei piccoli pezzi di te che se ne vanno in giro con un cervello proprio.

    RispondiElimina
  3. Quanti amici veri hai ? Rocco

    RispondiElimina
  4. Quanti amici con la A maiuscola hai? Rocco

    RispondiElimina
  5. L'amicizia...non ci sono parole esatte per definirla..amore puro...ci sta..benissimo..

    RispondiElimina
  6. Sono convinta che esistono le canzoni bugiarde e questa che tu citi è tra le prime im classifica non solo in questa frase ma anche e soprattutto in quella che dice: "...e se ti sei innamorato di lei io rinuncio a lei subito sai ...ecc....." vorrei proprio vedere ..... Valeria

    RispondiElimina
  7. A me fare il puro e il guru non piace però...prima bisogna chiedersi quanto siamo noi amici con la A maiuscola.

    RispondiElimina
  8. Ahahah permettimi anonimo Valeria...le cose non dipendono dagli altri..qualsiasi cosa..screditare significa screditarsi...non essere in grado di creare ....quello che desidero normalmente lo creo...amicizia compresa...
    Uno mi basta..per vincere...
    Non e' necessario avere centinaia di migliaia di amici..
    Ne hai uno...SEI RICCO...in questo caso..ROCCO...

    RispondiElimina
  9. Caro Rocco, eccomi qua, assente da troppo tempo, con tanti post da commentare in ritardo e spero che mi perdonerai, ho scelto questa riflessione per iniziare a recuperare perchè anche se non sono stata un'amica molto presente (mi permetto di valutarmi tale, per quel che vale, e malgrado il qu'en dira-t-on sull'interazione virtuale, perchè ormai ti seguo da anni) con il pensiero ti sostengo sempre. :)
    L'amicizia è importante quanto l'amore, se non di più...perchè quando fa soffrire il secondo è il primo a farti rialzare. e sono d'accordo con Fiorenza, avere solo un amico vero è sinonimo di ricchezza. ma come in amore ci sono anche amicizie che finisco, altre che vanno sperse e poi ritrovate, a volte gli amici deludono o tu deludi loro, ci sono fasi in cui gli amici li si vede spesso e quelle quando non si trova nessuno attorno. Tanto dipende dal proprio stato d'animo e anche dalla capacità a chiedere l'aiuto e il sostegno di cui si ha bisogno quando serve. Bisogna parlarsi e non pretendere troppo dagli altri. Io so che in questi due ultimi anni difficili di amici sui quali contare non ce ne sono stati molti.... Si sa... quando si sta bene e tutto ti riesce di "amici" attorno ne trovi tanti, quando invece attraversi un periodo buio le cose son diverse... ma è anche vero che quando si sta male ci si isola facilmente e si può essere maldestri... hai ragione Rocco a dire che bisogna chiedersi quanto amici siamo noi... quando ho osato oltrepassare il pudore di ammettere i miei limiti, le mie paure i miei amici ci sono stati, anzi ne ho trovato alcuni, lontani che hanno esorcizzato la distanza in modo geniale, altri nuovi che non pensavo di avere, per una delusione da parte di uno arrivava un nuovo amico a compensare con abbracci e sorrisi.
    Anche se non te ne sei reso conto anche tu sei stato un amico prezioso in questi anni difficili fra problemi familiari e piccole grandi delusioni, ogni incontro con te in teatro, in libreria, ad un festival estivo è stato l'occasione di ritrovare il sorriso e di questo ti ringrazio. per farlo bene ti allego questi bei versi di Neruda che ben descrivono l'amicizia e la sua forza:

    Amico, portati via quello che vuoi,
    affonda il tuo sguardo negli angoli,
    e se vuoi ti darò tutta l'anima
    coi suoi bianchi viali e le sue canzoni.

    Amico, fa che con la sera se ne vada
    questo inutile e vecchio desiderio di vincere.
    Bevi nella mia brocca se hai sete.
    Amico, con la sera fa che se ne vada
    questo mio desiderio che ogni roseto
    mi appartenga.
    Amico, se hai fame mangia del mio pane.
    Tutto amico, ho fatto per te. Tutto ciò
    che senza guardare vedrai nella mia stanza nuda:
    tutto ciò che s'innalza per i muri diritti
    - come il mio cuore-
    sempre cercando altezza.
    Tu sorridi-amico -. Che importa. Nessuno sa
    affidare alle mani ciò che nasconde dentro,
    ma ti do la mia anima, anfora di mieli dolci,
    tutto ti do-Meno quel ricordo-
    Nel mio podere vuoto quell amore perduto
    è una rosa bianca che si apre in silenzio.

    Un abbraccio amico mio! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricambio l'abbraccio Rose!!!
      E grazie per la bella poesia del grande Neruda.
      L'amicizia è difficile, lo so. Forse viviamo il tempo/spazio della diseducazione ai rapporti umani...però questo non ci autorizza a mollare!

      Elimina