Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

mercoledì 12 febbraio 2014

Una piccola impresa meridionale bis al nord

La tournée la prossima settimana si sposta nei teatri del nord Italia sud Europa:

19 febbraio a Cesano Maderno
20, 21, 22 e 23 febbraio a Milano Teatro F. Parenti
24 febbraio a Campione

Naturalmente sul palco oltre a me una band di grandi musicisti:
Francesco Accardo (chitarra)
Jerry Accardo (percussioni)
Pericle Odierna (fiati)
Guerino Rondolone (contrabbasso)
Arturo Valiante (pianoforte)


Valter Lupo saldamente alla regia.

12 commenti:

  1. sei un idolo!! Quando vieni a padova? by andea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Andrea, mi spiace a Padova non ho date

      Elimina
  2. Io e mia moglie abbiamo assistito ieri sera al tuo spettacolo a Vallo.
    Ironia, musica, cultura, umanità. Siamo stati benissimo.
    E poi hai fatto fare la foca al vescovo: indimenticabile!
    Grazie, alla prossima!
    P.S. Complimenti alla magnifica band.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dalla band e da me!

      siamo tutti foche :)

      Elimina
  3. Evvivaaaaa finalmente potrò venire a sentirti e vederti dal vivo!! Mi piacerebbe anche conoscerti di persona... Chiedo troppo, vero?

    RispondiElimina
  4. Chiara allora ci vediamo a teatro, incontro sempre gli amici prima degli spettacoli!

    RispondiElimina
  5. Uffa tu sei al mio paese di origine questa sera e io sono in Sardegna, ma grazie per aver accettato di salutarmi al telefono. Ci tenevo troppo. Sei GRANDE!!!!!!! Baci da Kjara

    RispondiElimina
  6. Rocco, ho ancora addosso le belle emozioni dello spettacolo di Martina Franca, venerdì scorso... Hai la poesia dentro e chiunque ti graviti intorno per osmosi si carica di una incredibile tenerezza. Bravi tutti, si... però tu per me rifulgi... ma io sono una che conosce a memoria le battute del film Basilicata CoastTOCoast, ha comprato il cd della Marcotulli e poi quel film l'ha visto altre 7 volte. Sarebbe troppo bello poter argomentare con te di stazioni abbandonate e adolescenti pane e frittata, ma da qui mi tocca fare la parte della fan, ci sto stretta, ma per te va bene lo stesso! ;-)
    Sei bravo Rocco, sei onesto, sei vero... così ti ho vissuto, quando ti ho visto aspettare il tuo pubblico come un bravo padrone di casa in quel luogo sospeso che è il tuo teatro, quando sei tu ad abitarlo. Grazie dei brividi, delle risate, delle commozioni e di tutte le emozioni che sei riuscito a farmi provare. Ti abbraccio forte. Alessandra Corso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ringrazio te Alessandra. Le emozioni si incontrano. Il mio teatro canzone è anche questo: arrivare con la mano pronta a stringerne altre. Il calore tuo e di tutto il pubblico è meraviglioso. Vedi, in certe atmosfere c'è proprio la poesia della realtà...
      E' uno scambio. E poi amo l'idea della grande arte mescolata alla strada. Anzi non la amo, semplicemente la vivo così.
      Un abbraccio

      Elimina
  7. Concordo con Alessandra, quando si stima parecchio la parte della semplice fan può stare stretta, anche a me piacerebbe stare ad un tavolino e parlare con te, riflettere sul tutto e sul niente, buttare due versi su un pezzo di carta e ridere insieme delle possibilità poetiche che possono offrire. Collaborare con te sarebbe il vero sogno..forse irrealizzabile... intanto come Nicola Swing mi narcotizzo di questo spazio virtuale dove una bella interazione con te già c'è ed è preziosa.
    Io i complimenti e l'in bocca al lupo non mi stanco di farteli, ma affinché tu non ti scocci di leggere concetti ridondanti cerco di variare, visto che con le parole si posso aprire universi paralleli infiniti e tu sei ben posto per saperlo.. Questa volta per le date al nord gli auguri te li faccio in spagnolo: BUENA SUERTE! Chissà per i prossimi post forse mi avventurerò in lingue più lontane.... :)
    Ahhh e siccome sei uno spacciatori di sorrisi e che chi ti fa sorridere ti salva la vita senza accorgersene ti lascio qui anche una poesia di Ralph Waldo Emerson,
    PER RENDERE IL MONDO MIGLIORE...
    ridere spesso e molto, guadagnarsi il rispetto delle persone intelligenti e l'affetto dei bambini, imparare il valore delle critiche oneste e sopportare il tradimento di amici falsi. Apprezzare la bellezza, qualunque forma prenda, trovare il meglio di sé negli altri. Capire che hai fatto del mondo un posto migliore se c'è un bambino che gode di buona salute, se hai curato un pezzo d'orto, se hai aiutato qualcuno a riscattarsi socialmente... sapere che anche solo una singola persona ha respirato con più facilità perché tu c'eri, è questo il vero senso della redenzione.

    Sembra un'altra lista di piaceri brechtiani, ma mi sembra che il primo e l'ultimo verso ti si addicano, posso quindi dirti grazie di rendere il mondo migliore a suon di note jazz, ironia e poesia.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricambio l'abbraccio Rose a suon di jazz, ironia e poesia.

      Elimina