Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

martedì 4 febbraio 2014

La mia parte imperfetta

La gestione dei propri difetti è decisiva. Dovremmo amare di più le debolezze e le incapacità senza tentare di nasconderle, facendone valori aggiunti.
Tutto nasce dalla mia parte imperfetta, per questo ci sono affezionato.

30 commenti:

  1. Risposte
    1. Tu mi metti sempre di buon umore ;))

      Elimina
  2. Grazie! (alle nostre parti imperfette!) In effetti sono quelle che più producono bellezza :)

    SF

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io ringrazio sempre la mia parte imperfetta Stefania.

      Elimina
  3. Tutto vero. A volte però una sola debolezza (che è la più grande, secondo me), cioè la scarsa autostima, costruisce dei muri enormi davanti agli altri difetti e fragilità e non si riesce più a vedere nulla, nel senso che questi diventano insormontabili e sempre più grandi, o almeno tu li vedi così. E reagire diventa difficile, perchè non hai la percezione reale del difetto, vedi solo il muro alto davanti a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fuoripasto e cerchiamo di abbatterlo...o di scavalcarlo...questo muro ;)

      Elimina
  4. la tua parte imperfetta è bella quanto l'altra......e dall'equilibrio/squilibrio delle due parti che siamo quello che siamo.......

    RispondiElimina
  5. Già ammettere di avere una parte imperfetta, è una bella cosa.

    RispondiElimina
  6. sei un grande !
    Maurizio

    RispondiElimina
  7. Hai il dono di dire delle cose profonde ma con una semplicita' e con un'ironia unica ....... sei super Rocco al tuo prossimo bel film .........

    RispondiElimina
  8. Certo, rocco la parte imperfetta di noi quella più debole e sensibile fa di noi degli uomini

    RispondiElimina
  9. Ma poi, in definitiva, dove sta la perfezione? E, soprattutto, che la definisce? Perfezione dello stereotipo? Evviva la nostra parte imperfetta, che fa di ciascuno di noi un unicum!
    Antonella

    RispondiElimina
  10. Vero, Antonella.

    Anonimi: grazie e buon tutto!

    RispondiElimina
  11. grande esempio quello che ci dai incitandoci a "ringraziare le nostre parti imperfette". Grazie a te la mia parte imperfetta non è più un ostacolo. Fino a poco tempo fa il sentir meno degli altri mi paralizzava, tanto socialmente quanto ad un livello più creativo. Ma poi ci ho fatto pace, ti dirò di più, ne ho fatto una forza e mi dico che questa imperfezione forse a volte è una benedizione perché quando non mi va posso prendere la scusa di essa per non sentire le stupidaggini degli altri. ;) e poi per quel che riguarda il palco, lì il sentir poco può sempre essere esorcizzato con improvvisazioni, parole, mimiche. La vista imperfetta l'hai colmata musicandoci sopra e dando nuovo, geniale ritmo alla tua realtà, io l'udito imperfetto lo esorcizzo con vista e tocco: osservando ogni cosa, a gente per strada e scrivendoci sopra, con un pizzico di autoironia che tu ed altri grandi artisti mi avete insegnato ad acquistare. Le mie frasi si fanno sempre meno retoriche di quando ero più giovane, sono sempre più dirette, struggenti, sarcastiche e i giochi di parole a volta vengono fuori inaspettatamente.
    Mi permetto di citare te per chiudere questo commento: "ogni giorno c'è una scelta da fare, un malumore da evitare, prendere un sogno, provare a reallizzarlo....." Grazie per avermi dimostrato che un sogno lo si può scorgere con imperfezioni e cicatrici addosso, non nascondendole, ma sfruttandole, e perchè no, anche con orgoglio se capita.
    Che dici caro Rocco, "l'armonica a bocca e un paio di scarpe" me le presti tu per rendermi il cammino più armonioso? ^^ ;)
    Un abbraccio e in bocca al lupo per stasera a teatro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Innanzi tutto crepi il lupo, per stasera!
      Prendere un sogno, crederci e provare a realizzarlo. Lavorando, studiando, sudando. Competenza e umiltà, una bella coppia :)
      Con dignità, direi.
      Dai Rose tu senti la vita! Più che un gioco di parole è un grande augurio e un sorriso.
      Grazie carissima, un abbraccio

      Elimina
  12. ciao Rocco sei un grande .... nel tuo piccolo ;-) .... il simbolo dello yin e yang ci insegna che nulla è completamente assoluto quindi dovremmo trovare l'equilibro giusto ..... 'na parola ! cmq io sono bassa e questa è la mia parte imperfetta perchè da bassa non tutti mi vedono anzi spesso sono ignorata e questo mi ha fatto tanto soffrire nella mia adolescenza ora ho imparato a fregarmene .... ma ancora c'ho tanto da imparare ! un abbraccio !

    RispondiElimina
  13. Sai quante parti imperfette ho io? non sto ad elencartele ma si mi pesavano anni fa ,adesso ho capito che sono mie e dico come Anna Magnani con le sue rughe:perche' farne un problema quando ho impiegato tanto a farmele venire?Un abbraccio grande grande Super Rocco!!!

    RispondiElimina
  14. ciao Rocco Sei grande!!!

    RispondiElimina
  15. Ciao Rocco ti stimo tantissimo, e siamo quasi conterranei o diciamo che lo siamo. mi piace tantissimo la tua maniera di essere e di parlare avevo voglia di fare la tua conoscenza. Be una volta la Montalcini disse che il problema della nuova generazione e' che e' nata con il concetto che non si devono mai commettere errori.
    Lei puntualizzava che tutte le grandi scoperte della medicina sono avvenute grazie a degli errori,
    Io come uno che cerca di fare arte (e tu ne saprai certamente qualcosa :) ) posso dire che anche nell l'arte i miglori pezzi alcune volte sono quelli che nascono da errori :) ti volevo far leggere questo articolo che e' uscito di me, non per farmi pubblicita' ma per farmi conoscere da te e pote avere un contatto con una delle persona di cui ho stima :) grazie Marco
    http://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2014/01/31/news/marco_regina_dreamworks_dragon-trainer-77300046/#gallery-slider=77301382

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco l'ho letto al volo volo volo perché devo andare in scena, sono in tournée e pure sul set, tempo più ridotto che mai. Ma una cosa voglio dirtela: complimenti e avanti, sempre.
      Grazie a te

      Elimina
  16. Amici siete fantastici, grazie forever.......!
    Il palco mi aspetta, a domani.

    RispondiElimina
  17. stay rock Rocco and continua a essere quello di Lauria anche se sei lontano dalla Lucania (terra peraltro molto emozionante e dove non ci sono nato per pochi km). inutile fare complimenti e cose del genere, chi crede in te e ti segue è la pare imperfetta (e quindi vera) di questo paese schifoso che porta agli onori la parte peggiore della nazione.
    ciao

    RispondiElimina
  18. E su quel parco hai divertito e fatto riflettere. Noi cerchiamo di fare la stessa cosa, nel nostro piccolo. Non siamo professionisti come te (per esserlo ce ne vuole...) ma cerchiamo di fare del nostro meglio! Si, la perfezione... Si può essere perfetti? si può essere solo più o meno bravi a nasconderli!!! I senza vergogna di Grottaglie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Far leva "sapientemente" sulla parte imperfetta...

      Elimina
  19. Accidl a tuttquant forza Rooooccoooo!!!

    RispondiElimina