Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

martedì 21 gennaio 2014

Viva l'Italia

Ve lo ricordate? Film del 2012, regia di Massimiliano Bruno con Michele Placido, Raoul Bova, Alessandro Gassman, Ambra Angiolini, Edoardo Leo, Maurizio Mattioli, Rolando Ravello, Sarah Felberbaum, Camilla Filippi, Isa Barzizzi e molti altri (incluso Rocco Papaleo ovvero io).
<Apparire o non apparire? Questo è il dilemma…>, ho scomodato pure William Shakespeare!
Mi piace custodire nella memoria questo titolo: Viva l’Italia. Oltre la commedia, l’amarezza, la comicità.

Che facciamo, amici, lo urliamo tutti insieme? Viva l’Italia! E speriamo in bene. 

6 commenti:

  1. Esiste un bel libro di Capuana intitolato "Gli 'Americani' di Ràbbato ".
    Potrebbe essere l'ispirazione per un gran bel film sull'Italia,soprattuto sulla Sicilia e sulla condizione dei Siciliani emigrati in America con le loro illusioni e miserie. È un gran documento storico. Vale la pena farci un pensierino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *dei Siciliani degli inizi '900 aggiungo :)

      Elimina
  2. Eh certo che ce lo ricordiamo!Gran bel film, così come "Nessuno mi può giudicare", sempre di Massimiliano Bruno. Sono felice di sapere che parteciperai anche al suo terzo film, di cui purtroppo si sa ancora poco.
    Non vedo l'ora di sapere che personaggio farai!

    Un abbraccio, Franci.

    RispondiElimina
  3. francesca santillo21 gennaio 2014 23:10

    bellissimo film....come tutti quelli che hai fatto e che farai..un bacio...

    RispondiElimina
  4. Massimiliano Bruno ed Edoardo Falcone sono davvero bravi, riescono a trascrivere in modo comico ma anche molto riflessivo le problematiche del nostro paese. Prima con "Nessuno mi può giudicare" hanno messo a fuoco l'ampiezza che possono prendere i pregiudizi e le barriere societali che purtroppo tuttora esistono. "Viva l'Italia" è stato uno schiaffo in faccia a tutti coloro che non vogliono ammettere che in Italia qualcosa non va e proiettarlo nel 2013 quando il governo tecnico montiano stava andando a rotoli è stato molto coraggioso. Il cinema ha riacquistato quella sana caratteristica di denuncia sociale con questa pellicola. L'Italia... è il paese più bello, più ricco del mondo culturalmente, ma come anestetizzato, poco affine al concetto di meritocrazia anche se di menti meritevoli ce ne sono nel suo grembo... è un paese messo nelle mani di iene che invece di unirlo pensano solo a come ben spartirselo. Bruno e Falcone non hanno usato falsa retorica o belle perifrasi, e il bello è che non hanno preso partito politicamente, coinvolgendo tutti. "nessun'anomalia signora siamo in Italia, io sono ricco passo davanti, lei è povera si attacca al ca...o!" Non c'è bisogno di aggiungere altro.
    Leggere i passi della costituzione per dimostrare a qual punto siamo lontani dall'applicare le sue dottrine: Un'idea GENIALE. Michele Placido è incredibile nel ruolo del Onorevole Spagnolo, secondo me è la sua miglior performance, e tu.... solo una nota negativa.... non ti si vede abbastanza! :) So che sarai nel cast del prossimo film di Massimiliano, le riprese inizieranno presto, appena possibile svelaci un pò di cose sul progetto, sono molto, MOLTO CURIOSA. Come sempre un megaabbraccio!

    RispondiElimina
  5. Si Rose sono nel cast del prossimo di Massimiliano Bruno.

    La memoria dei film che ripercorro qui non è una mia "celebrazione" infatti. Certo è un omaggio al lavoro svolto, tutti pezzi di un percorso che amo ricordare e rispettare. Ma è anche questo: il cinema è una delle finestre sulla vita e sulla realtà.

    RispondiElimina