Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

giovedì 5 maggio 2016

Un colpo di reni

Lo spunto è ottimo, immenso…e pure pesante. Ci riporta a terra, a ripartire da quella leggerezza dell’intelligenza che può diventare un colpo di reni, la spinta per la risalita.

Siamo in viaggio e possibilmente non dobbiamo smettere di vedere.

4 commenti:

  1. nedy rovarotto6 maggio 2016 10:28

    Non riesco a dare un nome a questa profondità di L. Sciascia ma così, in prima battuta, non mi sembra niente di buono, la rimando allora a quello che di peggio c'è in noi, in parecchi di noi, in tutti quelli che non hanno il lumino di un po' di intelligenza, un periscopio con il ' tubo' abbastanza lungo da risalire in superficie e poter vedere, non dico l'America, almeno un po' più in là del proprio naso.
    ;)

    RispondiElimina
  2. La frase di Sciascia ci riporta all'umiltà, che chi è davvero intelligente dovrebbe sempre tenere ben presente. Hai ragione sul colpo di reni, è che chi si incensa intelligente, se li è ormai giocati e brancola nella nebbia a cui noi abitanti della pianura padana siamo abituati.
    Un abbraccio. Grazia

    RispondiElimina