Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

lunedì 25 aprile 2016

Liberiamoci

‘La libertà è come l’aria: ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare’ (P.Calamandrei)

E mi piace il pensiero di Alda Merini: la libertà che prende il volo dal dolore…

2 commenti:

  1. Mi piace molto questo pensiero e mi piace pensare che dalla speranza, dalla forte volontà e da un vero sogno possa nascere una vera libertà. SFORZIAMOCI! buona libertà!

    RispondiElimina
  2. nedy rovarotto26 aprile 2016 11:44

    Vero, anche la libertà nasce dal dolore: collettivo nelle guerre per la sua conquista o riconquista e individuale quando cadiamo in tanti errori nel gestirla o quando un'ombra oscura il nostro percorso e diventa necessario privarcene, per un certo periodo o per sempre.
    Deve essere stata devastante per la Merini l'esperienza del manicomio, io ce l'ho vicino, quando era ancora in funzione era completamente recintato da un alto muro come una prigione e io da ragazzina ne avevo paura, adesso il muro è stato abbattuto, non c'è più nessun ricoverato, è un grande parco con strutture sociali, mediche eludiche ma quando ci vvado penso sempre a quelle immense solitudini che lo hanno abitato per tanti anni, è quasi come se fossero ancora lì...

    RispondiElimina