Non è un fan club, è SOLO il mio blog ufficiale.
Il vantaggio è che non devo contare il numero degli aderenti,
lo svantaggio è che io non ho scelta, devo aderire.

venerdì 4 luglio 2014

Giorgio Faletti - Signor tenente

Giorgio, sono contento che tu, pur andandotene a soli 63 anni, sia riuscito a dire, scrivere, cantare e fare tanto. Ecco, resterà tutto.

Ciao Giorgio, la cantiamo con te, minchia Signor Tenente.

30 commenti:

  1. Una persona per bene, mai un pettegolezzo su di lui, un uomo che ha saputo essere poliedrico, un bravissimo scrittore, un comico, cantante.. ciao Giogio

    RispondiElimina
  2. Ci sono certezze che quando arrivano sono più devastanti di qualsiasi ignoranza.

    RispondiElimina
  3. Grazie Rocco un bellissimo ricordo una grande emozione,ciao Giorgio.

    RispondiElimina
  4. Non so cosa credere
    Che cosa pensare
    Se la morte è un perdere
    O è come riamare

    RispondiElimina
  5. Indimenticabile..... e le lacrime mi scendono copiose... per lui...per la canzone.... grazie Giorgio..... Lidia

    RispondiElimina
  6. Un saluto a te che sei
    un grande

    RispondiElimina
  7. Penso che continuerà a cantarla anche lui...

    RispondiElimina
  8. Le persone che più ci insegnano sono quelle che meno fanno parlare di se. L'ho sempre ammirato sia come comico, come cantante e, soprattutto come scrittore, ma è stato il suo silenzio di questi ultimi tempi che ricorderò più di tutto. Ciao Giorgio.

    RispondiElimina
  9. prima parlavamo delle parole e del silenzio, del difficile equilibrio che si deve trovare fra le une e l'altro, ecco oggi vien fuori solo una tristezza silenziosa nel constatare che Giorgio ci lascia, mentre avrebbe dovuto ancora far versare chilometri di inchiostro alla sua acutissima penna.... ma di belle parole dette, scritte o cantate ne ha lasciate molte, per fortuna e con esse continueremo a ricordarlo. Mi fa piacere che tu gli abbia lasciato uno spazio sul tuo blog, veridica casa virtuale per chi ama la cultura.

    Grazie Rocco, per lui e per noi tutti.

    RispondiElimina
  10. Siamo una generazione di 50enni che vede perdere i pezzi quando grandi uomini cosi se ne vanno ... portano via una parte di noi con quello che hanno rappresentato. Ne sono rimasto profondamente turbato e da oggi mi sento ancora più vecchio. Ciao Giorgio .. sono sicuro non starai con le mani in mano nemmeno lassù ...

    RispondiElimina
  11. Io sono contento che sia riuscito a lasciare tanto ma, chissà, può darsi non abbia ancora finito...tutto sommato resta sempre un seme qui a dare frutti magari ;)

    RispondiElimina
  12. Ci sono persone che pur non facendo parte della tua quotidianità fanno comunque parte della tua vita della tua crescita e quando vanno via si portano con sé un pezzo i noi .... Un'artista completo ci ha lasciato un immenso tesoro

    RispondiElimina
  13. Qualche anno fa ad Asti, in piazza al concerto di Alice, io seduta sulle sedie e lui sui gradini in ciabatte e pantaloncini.
    Mi piace ricordarlo così, nella sua città in mezzo a tanti altri una sera d'estate

    RispondiElimina
  14. bravissimo Rocco.....un bellissimo omaggio il tuo!!! Sei un grande.....ciaooooo
    Anna Melchiorre

    RispondiElimina
  15. Ma il coraggio è anche questo. La consapevolezza che l'insuccesso fosse comunque il frutto di un tentativo. Che talvolta è meglio perdersi sulla strada di un viaggio impossibile che non partire mai. #CiaoGiorgio

    RispondiElimina
  16. Mi piacerebbe commentare come farebbe Giorgio al proprio funerale, rubandoti una battuta......" ...e io non ci volevo nemmeno venire!....."

    RispondiElimina
  17. se n'è andato in punta di piedi senza disturbare o meglio senza turbare per la sua malattia tutte le persone che lo stimavano, apprezzavano e amavano per la sua grande intelligenza, per il suo saper essere anche un istrione nel mondo dello spettacolo. Grazie per la tua discrezione e per il tuo non averci voluto far soffrire prima della tua definitiva uscita di scena. Ci rivedremo un giorno....!!!!

    RispondiElimina
  18. Ho la pelle d'oca come la prima volta che l'ho ascoltata.

    RispondiElimina
  19. Un grande uomo, umile, intelligente,ironico..
    Grazie di aver condiviso la tua essenza..
    Arrivederci Giorgio! :-)

    RispondiElimina
  20. Grz Rocco...e grz Giorgio x qll ke ci hai lasciato/dato

    RispondiElimina
  21. Grazie Rocco, di cuore. Grazie Giorgio per averci lasciato bellissimi ricordi

    RispondiElimina
  22. Veramente una gran persona, anche nel momento più duro della sua vita, del dolore e della malattia è rimasto col sorriso e con il pensiero per il suo pubblico. Non ti dimenticheremo "Signor Tenente". Buon viaggio.
    Eleonora

    RispondiElimina
  23. Grazie Giorgio di averci lasciato tanto di te, un grande uomo sotto tutti i punti di vista. Grazie a te Rocco di daeci la possibilità di scrivere qualcosa su qusto grande uomo che ci ha lascito così presto e inaspettatamente

    RispondiElimina
  24. Mi sei sempre sembrato una persona perbene, di questi tempi......
    Che peccato perderti ....ma sei un esempio di vivere civile.
    Ogni tanto ridi da lassù del nostro affannarci a vuoto.
    Ciao

    RispondiElimina
  25. maria manfredi5 luglio 2014 23:48

    ...se volessimo, se volassimo, se valessimo ...di più

    RispondiElimina